I 2 soliti idioti, il film di Natale si prepara ad essere un successo

di francesca Commenta

 

Lo scorso anno sono riusciti letteralmente a sbancare, ora non è diverso e ne siamo sicuri. Del resto ormai manca pochissimo, solo qualche ora all’arrivo nelle sale de “I 2 Soliti Idioti“. La coppia formata da Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, che ha tra l’altro annunciato il proprio scioglimento potrebbe avere invece in serbo delle interessanti novità. Si perché in effetti un primo posto al botteghino potrebbe fruttare loro una versione del lungometraggio pronta per il cinema americano. Gli attori sono partiti da Mtv ma ne hanno fatta di strada e anche piuttosto velocemente con la loro allegria.

Insomma, in definitiva i loro personaggi eccessivi, demenziali e dissacranti, potrebbero rappresentare l’ennesima svolta della loro vita e il motivo lo spiega il produttore Pietro Valsecchi:  “Se il film andrà bene vorremmo internazionalizzare i Soliti Idioti e portare queste due maschere in Usa, in inglese. Loro sono due giullari che mettono a nudo i nostri difetti e le nostre meschinità, mentre noi abbiamo difficoltà a guardarci e non riusciamo a ridere di noi stessi. Il loro è un cinema immediato scritto da giovani che hanno empatia con i giovani, che usano un linguaggio vero e trasgressivo”.

Qualcuno li accusa di volgarità, ma loro non si lasciano intimorire. Nella pellicola si parte proprio dalle avventure dei due personaggi più noti della coppia comica, l’imprenditore senza regole morali che dice solo parolacce, Ruggero De Ceglie, e suo figlio “bamboccione” Gianluca, con qualche incursione di personaggi che hanno fatto la storia del duo. Ci riferiamo ai coatti milanesi Patrick e Alexio, i bambini pestiferi Niccolò e Giggetti, e un Teo Teocoli che somiglia a  Mario Monti. Insomma, siamo curiosi di capire come ci stupiranno questa volta, ma non ci vorrà molto a scoprirlo e se c’è una cosa su cui non abbiamo dubbi è il successo della pellicola.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>