Il Natale e le sue origini

di isayblog4 0

Tutti festeggiano il Natale, o quasi, ma quando una tradizione viene seguita anno dopo anno di generazione in generazione, spesso non si ricorda di spiegare ai più piccoli quale sia il suo reale significando, raccontando brevemente che riprende la nascita di Gesù Bambino. E’ giusto, invece, andare un attimo a ritroso nel tempo e cominciare questo affascinante racconto che è lungo secoli e che da sempre regala all’animo un senso di rinnovamento e di pace. Il 25 dicembre, la data in cui si festeggia tale evento, è considerato il momento più importante di tutto l’anno, ma in realtà l’evento ha origini pagane. Risale ai tempi dell’Antica Roma, quando ci si dedicava all’adorazione del Dio Mitra che rappresentava il Sole, proprio per il passaggio della stella madre del Sistema Solare. Intorno al IV-V secolo D.C., con il diffondersi del Cristianesimo, al culto di Mitra e’ stato sostituito quello di Gesu’ che, in fondo, ha un significato molto vicino, in quanto per i cristiano è comunque legato alla luce e all’elevazione dello spirito.

Oggi il Natale ha anche una forte connotazione consumistica tra alberi di Natale, luci colorate e decorazioni e, soprattutto, regali da acquistare per le persone a cui si vuole bene. In più, il Natale rappresenta un pò un periodo e non solo un giorno, che è quello che va dal 24 dicembre al 6 gennaio. In questo senso, quindi, vi sono compresi la Vigilia, il 25 dicembre, il successivo 26 con Santo Stefano, il Capodanno la notte del 31 e la Befana o Epifania il 6 gennaio.In quest’ultimo caso, una simpatica vecchina porta in dono ai bimbi caramelle e dolcetti o, carbone se sono stati cattivi.

La Befana arriva nelle case usando un mezzo di trasporto particolare che è una vecchia scopa ed è vestita di stracci. In molte case, non manca poi il presepe o l’albero di Natale. Il primo non è altro che una rievocazione della nascita di Gesù Cristo, con tanto di pastorelli e scene legate al periodo storico di riferimento. Il secondo, invece, è costituito da un abete, vero o finto, che si arricchisce di palline colorate, addobbi vari e luci colorate come da tradizione e si prepara l’8 dicembre. Il Natale è una occasione per riunirsi con i propri familiari, che magari non si vedono molto nelle altre occasioni e abbuffarsi e divertirsi a recuperare il tempo perduto. Tra i dolci più tipici ci sono il panettone e il pandoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>