Feste, come scegliere tra cibo e tradizione

di Valentina Commenta

Quando si deve scegliere la festa alla quale partecipare come si fa a scegliere tra cibo e tradizione? Sembra stupida come domanda, se si pensa che spesso si segue il proprio stomaco più che il cervello. Ma effettivamente, come fare una cernita tra le tante possibilità?

folklore

Quando si tratta di festeggiare diventa quasi impossibile eseguire una vera divisone. Soprattutto con l’arrivo dell’autunno. Il numero di sagre in questo periodo dell’anno diventa infinito. E come si fa a rinunciare alla possibilità di assaggiare buon cibo gratuitamente o ad un prezzo davvero molto basso? Ma pur vero che non solo di pane vive l’uomo e che partecipare a celebrazioni di ispirazione sacra o visitare luoghi di importanza storica è altrettanto importante. Al pari di conoscere le tradizioni antiche del nostro paese.

Scegliere è quasi sempre impossibile. Spesso e volentieri però la soluzione è a portata di mano. Ed è più semplice di quello che si possa credere. Basta concentrare la propria attenzione su una “zona” precisa. Tenendo conto della presenza di tanti piccoli paesi, soprattutto nell’entroterra, non  è mai difficile trovare una porzione di territorio nel quale siano presenti sia manifestazioni folkloristiche o edifici di interesse storico e sociale e sagre di paese.

Si può concentrare la propria attenzione sui primi durante la giornata e lasciare alla sera quella che è la parte “godereccia”  dell’intera questione, approfittando del buon cibo e della convivialità che viene offerta in questo tipo di eventi. Dove difficilmente non è compreso anche dell’intrattenimento a titolo gratuito. Basta davvero poco.

Photo Credit | Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>