Pasqua con amici o famiglia?

di Valentina Commenta

Pasqua con gli amici o con la famiglia? Non è mai troppo presto per pensare a come passare questa festività e quest’anno il 2016 ci regala una celebrazione in “anticipo” rispetto al solito: essa infatti cadrà il prossimo 27 marzo.7

pasqua

Il significato religioso della Pasqua è più sentito di quello del Natale. Per quanto la stessa sia stata altrettanto resa commerciale con la vendita delle uova di Pasqua e le tradizioni culinarie da rispettare, in qualche modo la giornata adottata dai cattolici per festeggiare la resurrezione di Gesù Cristo ha mantenuto nel corso dei secoli il suo valore religioso. Questo non significa però che non si sia sviluppata parallelamente una spinta al festeggiamento più prosaico della stessa. Da qui il dilemma: amici o famiglia?  Per quanto la risposta possa constare nel dividere equamente il tutto tra i due gruppi magari unendoli in una stessa occasione, o dedicando alla famiglia il giorno di Pasqua ed agli amici il giorno di Pasquetta è comprensibile trovarsi spaesati al momento della scelta finale.

Tutto dipende anche da quel che si ha intenzione di fare nel corso della festività: in caso di permanenza a casa è consigliato dare spazio alla famiglia che avrà sicuramente piacere di condividere la celebrazione della Pasqua. Se invece si punta a passare una o più giornate all’aperto, di solito è conveniente organizzare con la propria cerchia di amici, spesso più propensa a celebrare in modo sereno e tranquillo, ma soprattutto prolungato.

Pasqua e Pasquetta, nella peggiore delle ipotesi sono ampiamente suddivisibili in modo diverso.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>