La Spada nella Roccia, film di Natale e non solo : la canzone di Maga Magò

di francesca Commenta

 

La Spada nella Roccia è un film incredibile, forse perché ha quel tocco di antico che sa di genuinità. Nessuna tecnologia, colori vivi e una storia che tocca il cuore. Non importa poi se storicamente ci sono delle imperfezioni. L’incoronazione di Re Artù il giorno di Natale è preceduta da una serie di avventure più che divertenti.

Tantissime le canzoni che ci sono tra una scena e l’altra, tutte allegre e orecchiabili di quelle che ormai, insomma, sono sempre più rare al giorno d’oggi. L’occasione è quella di canticchiarle. L’unico personaggio cattivo che serve ad insegnare tra l’altro ai bambini che, in qualche modo, il bene vince sempre è Maga Magò, la strega che sogna di battere Mago Merlino, il tutore di Semola/ Re Artù ma mai ci riuscirà.

Ad un certo punto del film, Semola trasformato in uccellino dal “più potente mago del mondo”, finisce nella casa della donna cattiva che prova ad incantarlo cantandogli una canzone e mostrandogli la magia nera. A Natale, quando c’è più tempo per stare con i propri figli liberi dalla scuola, gli insegnamenti del cartone animato sono moltissimi e per questo motivo, va in onda quasi sempre. Questo anche se, diciamoci la verità, in quasi tutte le famiglie non manca uno dei dvd più classici e amati e non solo del panorama Disney. Ecco il testo:

MAGA MAGò

Se con un ditin

io tocco un fior
si spampana e muor
solo il demonio
uguagliare mi può
io sono la magnifica
splendida maga Magò
posso gonfiar fino al camin
farmi piccinia come un topin
fattucchieria o nera magia
è specialità mia
io sono la magnifica
splendida maga Magò
Posso aver fascino
un bel visin
ugola d’or
morbido crin
la la la la la
ma non farti illusion
perché zumparapan
sono la magnifica
splendida maga Magò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>