La notte di Capodanno in famiglia

di isayblog4 0

 

Non per tutti la notte di Capodanno, significa veglioni e trasgressione. Per qualcuno significa anche stare in famiglia e divertirsi comunque, almeno se non ci trova in compagnia di anziani parenti che aspettano solo di vedere in televisione i programmi a tema, aspettando la mezzanotte per brindare. L’impressione che ho, ma magari è solo una idea mia, è che certe abitudini come quella di andare a ballare fino a tarda notte, abbiano perso un pò di smalto. Un tempo, ci si abbigliava al meglio e si andava a cenare all’interno di confusionari locali e poi si aprivano le danze, oggi credo che ci sia maggiore sobrietà in questo senso. Chi ha risparmiato abbastanza preferisce magari allontanarsi dalla propria città in cerca di altre esperienze o recarsi in piazza a vedere lo spettacolo offerto da artisti più o meno famosi, se il tempo regge. A volte preferirei che piovesse forte, perché non c’è una volta che i botti non feriscnao gravemente o a morte qualcuno.

Per la maggior parte delle famiglie il cenone di San Silvestro non ha nulla da invidiare a quello della notte della Vigilia, con la differenza unica che non ci saranno dei regali da aprire, se non la bottiglia da stappare. Qualche volta nelle località di mare si preferisce il pesce, ma di sicuro a fine pasto non ci si perdono i segni di abbondanza che sono le lenticchie e l’uva. Molto più tardi arriverà il cotechino o lo zampone.

 

Abitudini che vanno scomparendo forse, ma sono ancora vive perché tutti vogliono salutare al meglio il nuovo anno. A mezzanotte esatta inizia la guerra tra botti, spari e chi vuole assolutamente vivere qualche attimo di divertimento sfrenato che rischia di diventare pericoloso. In quei momenti non è proprio il caso di uscire, meglio aspettare che si calmino le acque e continuare a canticchiare in una sera speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>