Regali di Natale di Antonello Venditti, testo

di isayblog4 0

 

Antonello Venditti nella sua carriera ha dato grande spazio all’amore e del resto, è riuscito benissimo tra note e voce melodiosa a fare innamorare milioni di persone. Non ha dimenticato la sua Roma, la città dove vive, ma anche festività in cui il sentimento viene fuori prepotentemente pure con una canzone come Regali di Natale che non è forse tra le più famose, ma comunque molto profonda.

Un artista che sa trasmettere molto nei suoi lavori e in un momento dell’anno in cui ci si sente più pronti alle emozioni e al cambiamento, questa canzone è sempre interessante da riproporre. Noi vi riportiamo il testo e anche se il Natale è passato da poco e dovremo aspettare un anno interno per vederlo tornare, prepararsi prima e ricordare i più bei testi a tema non fa mai male. Il Natale è tutti i giorni, per chi lo sente nel profondo del proprio cuore.

Regali di Natale

Ritornera’ Dicembre con il freddo e i temporali
e tu sarai gia’ pronta con la lista dei regali
ci incontreremo all’angolo in quel bar di Via Frattina
e’ bello non vedersi come amanti stamattina
sempre…sempre resterai nella mia mente
sempre sempre tu sei il mio regalo e sei per sempre
Ti ho persa ad un semaforo forse mentre attarversavi
ma tu dovevi dirmelo che in silenzio tu mi amavi
confondono i ricordi i regali di natale
trasformano in minuti tutti gli anni che passavi
sempre…sempre resterai nella mia mente
sempre sempre tu sei il mio regalo e sei per sempre
Ma che destino complice ti ritrovo in libreria
a ricomprarmi Seneca proprio mentre andavo via
confondono gli amanti i regali di Natale
nascondono i diamanti fra le cose che piu’ami
sempre
sempre
sempre resterai nella mia mente
sempre sempre tu sei il mio regalo e sei per sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>