Come riciclare il pandoro di Natale? Spazio al tiramisù

di Elfo di Babbo Natale 0

Nonostante sia passato ormai quasi un mese dal Natale, sicuramente ci sono molte persone che si ritrovano ad avere ancora in casa il pandoro o anche il panettone e stanchi di continuare a mangiarli allo stesso modo, si può pensare ad una ricetta davvero sfiziosa per riciclarli come il tiramisù.

Il pandoro ed il panettone rappresentano quei dolci di Natale immancabili nelle case degli italiani ed il più delle volte vengono regalati, ritrovandosi con tante unità da dover smaltire. Un’idea sfiziosa potrebbe essere proprio quella di trasformare il pandoro o il panettone in un originalissimo tiramisù e che siamo sicuri potrà far gola alle persone a noi care.

tiramisù con pandoro

Aspetti da chiarire per il pandoro a tiramisù

Il punto centrale è che al posto dei classici savoiardi ritroviamo proprio le fette di pandoro o di panettone, si possono insomma tranquillamente utilizzare entrambe ed il procedimento è quello classico del tiramisù. Ci sono però due aspetti da tenere ben in considerazione prima di cimentarsi con questa ricetta di riciclo del pandoro, ossia che tale dolce è già di per sé molto più morbido rispetto ai savoiardi e quindi è consigliabile non bagnare troppo le fette. Inoltre, essendo anche piuttosto zuccherato, è bene non inserire all’interno del caffè con zucchero. Chiariti questi due aspetti importanti si può procedere con questa ricetta particolare del tiramisù realizzata con il riciclo del pandoro.

Ingredienti e procedimento per il tiramisù con il pandoro

Gli ingredienti necessari sono: mezzo pandoro o panettone, 3 uova, 60 grammi di zucchero, 250 grammi di mascarpone, 300 ml di caffè, cacao amaro in polvere quanto basta. Il primo passo da fare per realizzare questo tiramisù al pandoro è separare gli albumi dai tuorli, quest’ultimi li unite insieme a due terzi dello zucchero e con l’aiuto di fruste di uno sbattitore o di una planetaria lavorate il composto che deve risultare gonfio e spumoso, infine aggiungete il mascarpone e lavorate nuovamente gli ingredienti.

A parte montate a neve gli albumi con lo zucchero restante e poi li unite gradualmente al composto creato precedentemente con i tuorli, il mascarpone e lo zucchero. Prendete poi le fette di pandoro e le bagnate, non troppo, con il caffè, ed iniziate a creare degli strati aggiungendo ad ogni strato la crema realizzata con tutti i vari ingredienti. E’ importante poi lasciarlo in frigo per almeno 4 o 5 ore per poi servirlo anche in una coppetta con una bella spolverata di cacao amaro. Come visto per questa ricetta del tiramisù al pandoro non c’è nemmeno la necessità di cuocerlo, ma va servito a crudo e per questo è importante che le uova siano di grande qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>