Il Natale e l’effetto yoyo

di isayblog4 0

 

Ne avete sentito parlare di certo, soprattutto se avete problemi di linea. Prima delle feste si fa di tutto per raggiungere un aspettp accettabile e con le abbuffate delle feste si finisce per aumentare anche più di prima. Questo continuo sali e scendi della bilancia e del peso, viene appunto detto effetto yoyo e non deve accadere. Significa che stiamo sbagliando qualcosa, che non stiamo seguendo una dieta equilibrata e stiamo solo rallentando il nostro metabolismo con delle diete drastiche.

In molti casi è davvero il caso di chiedere ad un nutrizionista, ma se prima delle feste più che perdere dei chili vogliamo solo prepararci alla festa, allora basterà depurarci con delle apposite tisane e limitarci nel cibo, senza per questo rinunciare a nulla. E’ vero del resto che non avrebbe senso privarsi del cibo quando si è in famiglia e ci si riunisce dopo dodici mesi, ma pure in questo caso non è necessario fare il bis ad ogni pietanza portata in tavola. Il segreto è prendere poco di tutto.

Ad ogni modo, invece, per le feste meglio non pensare alla bilancia e pesarsi, dopo il Natale e il Capodanno, ci penserà la stessa vita a ripresentarsi alla normalità e lo stress tornerà a salire. L’unica cosa che dovrebbe scendere è invece il nostro peso. Magari proprio a gennaio si può chiedere aiuto ad un esperto dell’alimentazione, ma intanto meglio non mettere troppi chili. Va bene mangiare tanto, ma esagerare non è mai cosa buona. Ricordate che l’estate è lontana qualche mese, ma siete sicuri di riuscire a smaltire il grasso accumulato prima della prova costume. Del fisico perfetto magari vi importa poco, ma non trascurate la vostra salute. Il cibo ci permette di vivere bene, ma tutto nella giusta misura, con qualche optional solo a Natale e per i giorni successivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>