Presepe San Gregorio Armeno: arrivano Belen e Stefano

di isayblog4 1

 

Metti la coppia più famosa del momento, quella che riesce a distogliere l’attenzione degli italiani che dimenticano per loro persino Imu e tasse, tanto sono curiosi di scoprire dettagli pruriginosi sulla loro vera o presunta storia e trova un modo originale per metterli in primo piano. Ancora una volta ci hanno pensato gli abilissimi artigiani di San Gregorio Armeno che hanno riprodotto i due personaggi televisivi, facendoli diventare anche una attrazione turistica.

In questo modo entrambi appaiono incerottati a ricordare il recente incidente e Belen porta l’abito che ne ha fatto parlare di più: quello che a Sanremo 2012 lasciava scoperto l’inguine facendo intravedere il tatuaggio a forma di farfalla che porta. A Napoli, quella del presepe è un’arte e i pastorelli non sono solo quelli comuni. Vengono ricreati gli artisti più noti, italiani e stranieri in una sorta di folklore unico. Accanto a cantanti come Anna Oxa o Whitney Houston ad esempio, quindi ecco la coppia del momento. E’ pronta a portare un dono a Gesù Bambino appena nato? In realtà fanno parte del “colore” della zona più che avere un aspetto religioso.

Del resto Belen c’era anche prima a San Gregorio ed era da sola con il suo vestitino svolazzante. Adesso c’è pure Stefano che nelle ultime settimane ha aumentato considerevolmente la sua fama in Italia.Il giovane presenta un cerotto vistoso al naso a ricordare quanto avvenuto sulla via Tiburtina a Roma, qualche giorno fa.L’artista che ha riprodotto le statue di Belen Rodriguez e Stefano De Martino è stato Genny Di Virgilio il quale ha confermato: “Sono i personaggi del momento per la loro love story, ma purtroppo anche per il brutto incidente che li ha visti coinvolti assieme. Un po’ di bellezza sul presepe di Napoli non guasta”.

Commenti (1)

  1. FANNO SCHIFO!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>