La leggenda della ghirlanda di Natale

di isayblog4 0

 

ghirlanda-con-le-bacche

Piccole storie che vanno bene per i ragazzi e per gli adulti: semplicemente perché il Natale non ha età, si vive con il cuore e con l’anima ed è una ricorrenza perfetta per chiunque sappia condividere con il mondo le proprie emozioni. Ogni Paese ha le sue storie, ma sono i luoghi dove le temperature sono ancora più gelide ad avere tradizioni molto più radicate che passano anche da leggende e favole da raccontare sotto l’albero e mentre si decora la propria casa. Conoscete ad esempio quella della ghirlanda di Natale? E’ famosa soprattutto fuori dai confini nazionali e non passa mai di moda:

In Germania, un deliziosa leggenda racconta che tanto tempo fa, la vigilia di Natale una madre di famiglia era tutta indaffarata a pulire la sua casa per le feste di Natale. I ragni che si trovavano nella casa si rifugiarono in soffitta . 
Quando la casa fu pulita i ragni uscirono della soffitta e con prudenza scesero la scale sulla punta delle loro otto piccole zampe per vedere cosa era successo.
Che meraviglia ! che bell’ albero di Natale. Per i ragni era una cosa nuova e nella loro felicità cominciarono a salire e salire senza accorgersi che avevano ricoperto l’albero di mille file grigi e polverosi.
Quando Babbo Natale scese dal camino con i sue regali vide l’albero tutto ricoperto di ragni e di fili. In un primo momento si mise a ridere nel vedere la felicità dei ragni, poi pensò alla signora che aveva preparato l’albero e pulito la casa per il Natale.
Magicamente Babbo Natale trasformò i fili tesi dai ragni in fili d’oro e d’argento, l’albero era di nuovo scintillante e più bello di prima.
Ecco perché decoriamo i nostri alberi di Natale con le ghirlande e penso che sarebbe bello mettere ogni anno un piccolo ragno (finto) tra i rami del nostro albero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>